Non tutti sanno che le porte da garage si dividono in otto categorie in base al loro sistema di apertura e che questo va installato sulla base di esigenze specifiche in funzione del loro utilizzo.

In questo articolo cercherò di darti un’ampia panoramica sulle porte da garage in commercio, aiutandoti a non sbagliare acquisto ed evitarti sprechi inutili del tuo denaro.

Quali sono le tipologie di porte da garage in commercio?

Vediamo innanzitutto quali sono le tipologie di porte per garage:

  • Porte basculanti anta unica
  • Porte basculanti snodate
  • Porte sezionali
  • Porte da garage ad ante battenti
  • Portoni a libro ad impacchettamento laterale
  • Portoni a libro due più due
  • Porte da garage scorrevoli uniche
  • Porte da garage scorrevoli in curva

Analizziamo in dettaglio le varie tipologie di porte da garage con i pregi e i difetti in base al loro utilizzo.

Porte da Garage basculanti anta unica

È l’icona associata, dalla maggior parte delle persone, al garage.

Quando si pensa al box auto, il nostro cervello crea questa immagine.

Come funziona una porta basculante?

La basculante è costituita da una parte fissata al muro che comprende le guide laterali e una parte superiore chiamata traversa.

Nelle guide laterali vi è lo scorrimento dei perni, delle funi e dei contrappesi, mentre la traversa ha il compito di mantenere legati i montanti laterali.

Come si solleva una porta basculante?

Attualmente in commercio ci sono due tipologie di sollevamento: i contrappesi e le molle.

Il contrappeso è il più comune e spesso, ahimè, è in cemento.

Quando la porta si solleva, scorrono verso il basso e sollevano il manto del basculante senza sforzi da parte dell’utente.

Il sollevamento a molla è dato da una molla, solitamente lineare a trazione, e ogni volta che il portone si chiude, si allunga per poi accorciarsi quando si apre aiutando l’operatore ad aprire il basculante.

Pregi di una porta basculante

Se scelta nel modo giusto, la basculante diventa un elemento fondamentale per casa tua migliorandone l’estetica ma sopratutto proteggendola da tentativi di effrazione.

Se fai la scelta giusta, il basculante ti evita di perdere tempo in manutenzioni inutili.

Difetti di una porta basculante

In commercio ci sono troppe porte che costando poco e non riescono ad apportare i vantaggi che ti ho appena descritto per la mancanza di qualità dei materiali che la compongono.

Se hanno il sollevamento a molla, richiedono molta più manutenzione rispetto a quelle con il sollevamento a contrappesi perchè la molla dopo molti usi tende a perdere la sua elasticità.

Quanto costa un portone basculante?

Ti sei mai sentito dire: “questa porta da garage è la via di mezzo”

Ebbene, il basculante non ha una via di mezzo!

Ci sono basculanti di basso livello che impiegano materiali di bassa qualità, e poi ci sono basculanti di alto livello e le riconosci anche se non sei un esperto del settore.

Se ti trovi davanti ad una situazione del genere: “il miglior basculante a 1000€” allora fermati perché c’è qualcosa che non va!

Il prezzo è uno degli elementi che contraddistingue la vera basculante di qualità, quella che è costruita con materiali che durano nel tempo, quella che ti protegge la casa dai tentativi di furto.

Un basculante di bassa qualità può arrivare a costare fino 1500€, mentre un basculante di alta qualità parte dai 2500€.

Porta da Garage basculante snodata

Questa porta è quella che vendiamo di più in Spagna.

Qui in Italia non è molto conosciuta ma è una porta che nella maggior parte delle volte risolve i problemi legati agli ingombri di tutte le altre porte da garage.

Come funziona una porta basculante snodata?

Il funzionamento per l’apertura è identico a quello della basculante tradizionale: il manto si solleva verso l’alto con l’aiuto dei contrappesi.

In questo caso i protagonisti sono i pesi e non le molle, infatti questa porta viene costruita nella maggior parte dei casi a contrappesi.

A differenza della basculante anta unica, la basculante snodata ha il manto apribile che si piega in due mentre si solleva.

Pregi di una porta basculante snodata

Se consideriamo il fatto che la porta basculante snodata, quando si apre, entra all’interno del garage solamente un quarto della sua altezza, questa porta riesce a risolvere problematiche che le altre non sono in grado di risolvere.

Questo ingombro così ridotto fa si che la sua applicazione può essere ovunque ma soprattutto in quei casi in cui all’interno del garage ci sono degli impedimenti che non permettono l’apertura completa di un basculante o un sezionale.

Ti faccio qualche esempio:

Ci sono garage in cui vi sono installati i ponti sollevatori per parcheggiare due auto una sopra l’altra: in questo caso una basculante anta unica o un sezionale andrebbe a toccare contro le auto parcheggiate sul sollevatore; la basculante snodata, avendo un ingombro ridottissimo interno, permette l’apertura senza collisione contro le auto interne.

Un’altra situazione in cui si installa una basculante snodata è quando i muri interni non sono paralleli tra loro: puoi avere un muro in quadro e uno internamente storto che non permette l’apertura di una basculante anta unica o un sezionale; tieni conto che una basculante snodata con misure di 3 metri di altezza rientra nel garage quando è aperta di soli 75 cm circa! Un sezionale rientra di 3 metri più lo spazio del motore ed una basculante anta unica rientra di circa 1,5 metri.

Difetti di una porta basculante snodata

Forse questo sistema di apertura ha più pregi che difetti.

Se proprio devo trovarne uno è quello che se la porta non è molto alta e vuoi installare la portina pedonale, quest’ultima risulterà un po’ bassa perché viene creata sotto lo snodo. (guarda la foto qui sopra)

Quanto costa un portone basculante snodato?

Come avrai capito la lavorazione di un basculante snodato è più complesso rispetto a quello di una basculante anta unica.

Qui, durante la produzione, occorre creare un doppio telaio ed un sistema di traverso superiore con apposite cerniere.

Il costo di una basculante snodata parte dai 2700€ ma se consideri il vero valore che questa porta basculante aggiunge alla tua abitazione, la differenza è veramente minima.

Una soluzione unica dove le altre non possono neanche avvicinarsi.

Porte da garage sezionale

La moda dei giorni nostri, importata dai paesi occidentali, questa porta da garage ha avuto molto successo dagli anni 2000 qui in italia.

Sarà stato il mito americano a convincere molte persone ad installare questo tipo di portone per garage per casa loro.

Come funziona una porta da garage sezionale

A differenza del basculante su questa porta per garage la parte che si apre è composta da piccoli pannellini che scorrono verso l’alto.

Il sollevamento è dato da una molla che lavora a torsione ed è installata sull’albero superiore.

Durante l’apertura e la chiusura, la molla si torce e si rilascia per compensare il peso dei pannellini.

Pregi di una porta per garage sezionale

A dirla tutta i pregi non sono molti su una porta del genere, se li mettiamo su una bilancia, il piatto dei difetti è molto più pesante.

Uno dei principali pregi è che il sezionale non deborda verso l’esterno, quindi se non puoi installare un basculante non debordante, ecco che il sezionale ti permette di stare a filo parete esterna.

Gli ingombri dei montanti laterali e quello superiore sono simili al basculante.

Difetti di una porta sezionale

Qui occorre fare molta attenzione perché la mancata osservanza di quello che ti sto per dire potrebbe compromettere la tua serenità. Elenchiamo i punti su cui fare molta attenzione.

  • Le molle

Come detto sopra, il sezionale si apre con l’aiuto di una molla a torsione installata sull’albero superiore.

Oggi ci sono aziende che hanno messo sul mercato aperture con molle a trazione.

Poiché il sezionale non ha contrappesi, questo diventa un problema nel tempo.

Mentre un contrappeso è costante nel tempo, la molla perde la sua forza e man mano che lavora il portone sarà sempre più pesante.

Ecco perchè il sezionale ha bisogno di molta più manutenzione di un portone basculante a contrappesi.

  •  La fune

Altro punto, ma questo è in comune con le basculanti economiche, è il diametro della fune che solitamente è di 4 mm.

Una fune così piccola è soggetta a frequenti rotture se non mantenuta in modo adeguato.

  •  Le guide

Altro difetto di questo portone sono le guide interne al garage: sono antiestetiche e rumorose. Questo problema diventa un grande problema se il locale viene utilizzato anche come locale abitativo (tavernetta, locale svago…) poiché tutta quella serie di guide rimane a vista.

La struttura del sezionale prevede obbligatoriamente le guide interne ma se il tetto è in pendenza verso il basso, questo portone non può essere installato.

Stessa cosa vale a dire se i muri interni non sono paralleli ma tendono a convergere tra loro.

  • La finitura estetica

La maggior parte dei portoni sezionali viene fornita con una finitura simil-legno:

Spesso questa finitura si ha “pellicolando” i pannelli che compongono questi portoni, ma quando la lamiera ha dilatazioni diverse rispetto alla pellicola succede che si formano delle bolle sulla superficie e la pellicola si stacca dal supporto lasciando il portone con delle zone estetiche irreparabili.

  • Spessore dei materiali

Dopo la crisi che si è sviluppata nell’edilizia, alcune case costruttrici hanno dovuto abbassare i prezzi a discapito della qualità del materiale: hanno abbassato lo spessore della lamiera dei pannelli.

Questo problema ha due conseguenze molto importanti: la sicurezza e la freccia del materiale quando si apre.

La sicurezza è compromessa in quanto con un semplice attrezzo manuale, la lamiera viene divelta in pochissimi minuti ed il portone effratto.

La freccia è quel fenomeno che si ha quando il portone è aperto: il pannello nella sua lunghezza tende ad imbarcarsi quando è in orizzontale e fa si che il portone non scorra perfettamente nelle sedi delle guide diventando rumoroso e duro da muovere.

Quanto costa un portone sezionale?

Il portone sezionale fa parte di quei portoni economici, in cui il prezzo diventa più importante della qualità.

In commercio si possono trovare portoni sezionali a partire dai 1000€ in base alle dimensioni e alle finiture.

Porte da garage ad ante battenti

La più antica delle soluzioni è proprio questa.

In base alla sue dimensioni può essere costruita ad un anta sola, a due ante simmetriche oppure asimmetriche con misure diverse.

Come funziona una porta per garage ad ante battenti?

Nella costruzione di un portone ad ante battenti è previsto un telaio fisso che solitamente viene murato al muro o tassellato in base al supporto su cui si va ad ancorare.

Le ante vengono collegate al telaio fisso attraverso le le cerniere o cardini di rotazione.

L’apertura può essere verso l’esterno (detta apertura a spinta) oppure verso l’interno (detta apertura a tirare).

In questo caso per l’apertura non servono ne molle ne contrappesi in quanto le ante si muovono orizzontalmente.

Questo sistema, se scelto nel modo giusto, riesce a risolvere i problemi legati agli ingombri laterali alla sicurezza e alla manutenzione.

Pregi di una porta da garage ad ante battenti

Se scelta nel modo giusto, questa soluzione è in grado di avere una grande tenuta all’effrazione.

Anche in questo settore si trovano portoni costruiti con elementi di bassissima qualità a discapito della sicurezza, ma se vengono utilizzati materiali spessi che non permettono la torsione o il taglio con utensili manuali, diventa un ottimo alleato contro i furti.

Con questo sistema, soprattutto se è manuale, la manutenzione è praticamente nulla. Ti ricordo però, che se il portone è motorizzato, occorre eseguire la manutenzione obbligatoria prevista dal produttore del portone motorizzato.

Gli ingombri laterali sono un altro punto di forza del portone del garage ad ante. La sua realizzazione infatti può essere fatta con un telaio a basso profilo che non occupa spazio in larghezza ma non perde la consistenza.

Stesso discorso vale per gli ingombri superiori.

Nella mia produzione ho un portone a due ante battenti che si abbassa di appena 2 cm e riduce l’ingombro di 5 cm. Naturalmente le modalità costruttive di questo portone, a differenza degli altri, deve essere valutata di volta in volta in base alla situazione in cui andrà installato.

L’estetica dei questa porta da garage è personalizzabile al 100% come quella delle basculanti.

In base alla posizione e al suo utilizzo il professionista è in grado di valutare il tipo di estetica da dare al portone senza dover stare in standard obbligati.

Come le porte da garage sopra elencate, anche questa porta può essere automatizzata in fase successiva.

Qui dobbiamo aprire però una parentesi:

In fase costruttiva va tenuto conto se il portone andrà automatizzato e, in base al verso di apertura (verso l’interno o verso l’esterno) si dovrà predisporre la meccanica opportuna per la futura automazione.

Un automazione standard prevede un’apertura di 90° massimo.

Noi in D.M.A. abbiamo sviluppato un sistema di automazione innovativo che ci permette di far aprire le ante, soprattutto se aprono verso l’esterno, di 180°.

Con questo sistema non ci saranno più i fastidiosi ingombri delle ante quando il portone è aperto.

Per questo ti consiglio di approfondire il discorso registrandoti qui.

Difetti di una porta da garage ad ante battenti

Uno dei principali difetti del portone ad ante è che le ante quando si muovono richiedono un raggio di azione ampio.

Se il portone è ad un anta sola il raggio sarà ampio come la larghezza del portone, mentre se le ante saranno due, il raggio di azione di dimezza.

Per questo motivo questo portone non può essere installato in garage corti se apre verso l’interno, oppure in posti a filo strada o di passaggio se apre verso l’esterno.

Se chi automatizza, installa il classico kit utilizzato nei cancelli carrai, il portone ridurrà il passaggio in larghezza di circa 10 cm per parte.

Per questo motivo noi in D.M.A. abbiamo realizzato un nuovo sistema di automazione in grado di ridurre notevolmente gli ingombri e di far aprire le ante fino a 180°

Ti consiglio di contattarci per trovare tutte le risposte ai tuoi dubbi.

Quanto costa una porta da garage a battenti?

In questo caso non c’è uno standard o un ordine di grandezza.

C’è però da fare molta attenzione alla provenienza del portone che si andrà ad acquistare.

A differenza di tutti gli altri sistemi di apertura in cui servono professionalità, esperienza ed impiego di macchinari costosi, per fare un portone ad ante serve solo avere un minimo di dimestichezza con utensili e qualche conoscenza di meccanica.

Proprio per questo motivo molte volte questa tipologia di portone viene costruito in garage privati adattati ad officine meccaniche improvvisate e da persone che di professionalità non hanno nulla a che fare.

Sicuramente riuscirete ad avere un portone ad un prezzo molto basso ma

  • senza alcuna certificazione
  • senza alcuna garanzia
  • senza un servizio post vendita professionale.

Ipotizzando di acquistare questa porta da garage presso un produttore professionista, il prezzo può variare dai 2000€ ai 4000€ in base all’estetica che vogliamo dare.

Porte da garage a libro ad impacchettamento laterale

Questo sistema di apertura è l’icona delle aperture industriali.

Fino a qualche anno fa, prima dell’arrivo dei sezionali, qualsiasi capannone industriale era accessibile attraverso questa tipologia di portone.

Oggi vi è un notevole ritorno a questa tipologia di porta perché i difetti elencati sui sezionali iniziano a presentarsi e ci si orienta di più verso soluzioni con meno manutenzione da fare come questa.

In alcuni casi, però, questo portone è installato anche in contesti residenziali.

Come funziona una porta per garage a libro con impacchettamento laterale

Il portone a libro è costituito da un numero di ante, solitamente pari, incernierate tra loro.

Le ante a loro volta sono appese ad una guida superiore che le fa scorrere e le fa impacchettare verso un lato.

A pavimento va murata una guida che ha il compito di tenere ferme le ante durante il movimento ed in sicurezza quando il portone è chiuso.

Pregi di una porta per garage a libro con impacchettamento laterale

Di questa tipologia di porta da garage che ne sono moltissime varianti e dovrei scrivere un libro solo su questo.

Voglio allora prendere la tipologia di portone che costruiamo in D.M.A., dirti qualche segreto costruttivo in modo che tu li possa confrontare con tutti gli altri che ci sono in commercio.

  • Le ante: hanno una struttura il ferro in scatolato zincato. Questo rende impenetrabile ed indistruttibile il portone a libro.
    Le cerniere sono saldare e non solo avvitate in modo da non dover fare continue manutenzioni.
  • I carrelli superiori: sono separati dalle cerniere. In tutti i portoni in commercio, la cerniera superiore solitamente è più lunga e ha anche il carrello in testa. Questo fa si che se si dovesse rompere un carrello o una cerniera occorre fare un intervento molto invasivo e costoso. Nel nostro caso, essendo due cose distinte una non pregiudica l’altra.
  • Automazione a catena: praticamente indistruttibile. Per esperienza personale, i primi interventi di manutenzioni su portoni vecchi 15 anni hanno riscontrato una perfezione nel movimento tale da essere considerata un’automazione top list, senza alcun costo di manutenzione e pericolo di fermo porta improvvisi.

Solitamente nei portoni in commercio vengono utilizzati operatori installati sulle ante con bracci telescopici, con la conseguente frequenza eccessiva di manutenzioni.

Se scelta nel modo giusto, questa soluzione diventa un buon alleato per la sicurezza della tua casa.

Difetti di una porta per garage a libro con impacchettamento laterale

Il più grande problema di questa porta ad impacchettamento sono gli ingombri laterali.

Considerante che le ante si impacchettano tutte da un lato, gli ingombri che vanno ad occupare lateralmente sono dai 50 agli 80 cm in base al numero di ante costruttive.

Nella parte alta solitamente portano via circa 15/20 cm

Essendo un portone che scorre all’interno di un binari ed ha una giuda inferiore, questo portone tende ad essere più rumoroso rispetto alle altre porte da garage.

Per questo motivo la sua installazione va sconsigliata se nelle vicinanze si trovano le camere dell’abitazione.

Come tutte le altre soluzioni, acquistare un portone del genere di bassa qualità, richiede parecchia manutenzione.

Il consiglio è di acquistare sempre presso un produttore perché possono garantire i ricambi in caso di rotture.

Quanto costa una porta per garage a libro con impacchettamento laterale

Se scelto in maniera responsabile, con le caratteristiche appena elencate, un portone a libro ad impacchettamento laterali parte dai 4000€ ai 6000€ in base all’estetica che si vuol dare e gli accessori installati.

Il mercato può offrire soluzioni più economiche a discapito della qualità del prodotto e della frequente manutenzione post installazione.

Porte da garage a libro con due ante destre e due sinistre

Questa tipologia di porta da garage è la variante più economica e meno invasiva del portone a libro ad impacchettamento laterale e la sua installazione non richiede opere di muratura.

Come funziona una porta per garage a libro con due ante destre e due sinistre

Questa porta da garage è costituita solitamente da 4 ante (due destre e due sinistre) incernierate a coppie tra loro e al montante laterale.

Anche questa soluzione richiede la guida superiore sulla quale sono appese le ante.

Lo scorrimento e l’impacchettamento avviene sempre lateralmente ma in questo caso due ante si vanno a raccogliere sul lato destro e due sul lato sinistro dividendo l’ingombro laterale sui due lati.

Naturalmente è possibile automatizzare questo sistema di apertura anche in fase successiva all’installazione.

Pregi di una porta per garage a libro con due ante destre e due sinistre

Questa porta da garage ha il vantaggio di non avere opere murarie invasive, infatti il suo funzionamento non prevede l’installazione di una guida a pavimento.

Rispetto ad un portone ad impacchettamento laterale, questa porta da garage è molto più silenziosa ed è più leggera e facile da movimentare soprattutto se è manuale.

E’ possibile effettuare la motorizzazione anche in un secondo tempo.

Si può avere anche con finiture di pregio e di alto design.

A differenza del portone ad impacchettamento laterale, questo portone riduce il passaggio in larghezza di soli 15 cm per parte.

Difetti di una porta per garage a libro con due ante destre e due sinistre

Sicuramente, a differenza di un basculante, l’apertura di questa porta da garage è più scomoda e meno veloce.

Ci sono due serrature da aprire (una destra e una sinistra) e quindi l’operazione richiede più tempo.

Se occorre la portina, la misura della sua larghezza è vincolata dalla misura dell’anta in cui andrà installata, quindi se vi chiedono una portina con un vincolo di larghezza difficilmente è realizzabile.

Quanto costa una porta per garage a libro con due ante destre e due sinistre

Anche in questo caso, se la soluzione giusta al tuo problema è questa, allora occorre fare molta attenzione dove si acquista e cosa si acquista.

Considerando che avete trovato il produttore che sta attento alla qualità del prodotto, un portone come questo può costare dai 2500€ fino ad arrivare ai 6000€. Naturalmente le misure possono stravolgere il prezzo.

Porte da garage scorrevoli

Come funziona una porta per garage scorrevole

Questa porta da garage può essere prodotta con due sistemi di scorrimento.

La cosa comune a tutte le tipologie è il fatto che un’anta unica scorre lateralmente parallelamente ad una parete del garage.

Lo scorrimento può avvenire sia con un sistema di guida superiore (in questo caso l’anta sarà appesa alla guida e scorrerà attraverso dei carrelli portanti staffati nella parte superiore dell’anta) oppure con un sistema di guida a pavimento (in questo caso l’anta avrà delle ruote che scorreranno su una guida fissata sul pavimento).

Pregi di una porta per garage scorrevole

Il grande pregio di questo tipo di portone sono gli ingombri.

Lateralmente non occupano alcun ingombro in quanto l’anta scorre completamente sulla parete scomparendo totalmente.

Gli ingombri superiori variano dai 4 cm per il sistema con guida a pavimento ai 12 cm per il sistema con guida a soffitto.

Questa porta da garage ha la possibilità di essere automatizzata anche in fase successiva facendo però ben attenzione a predisporre bene l’impianto prima della sua installazione.

E’ possibile avere tutti gli accessori di un basculante come la portina pedonale oppure una zona vetrata ed è possibile dare un’estetica personalizzata e di alto design.

Difetti di una porta per garage scorrevole

Un grande difetto che ha questo tipo di portone è che l’anta, scorrendo lateralmente, impegna completamente una parete del garage rendendola inutilizzabile.

lo scorrimento richiede un minimo di sollevamento da terra ed è per questo motivo che è sconsigliata l’installazione di qualsiasi tipo di gomma che aumenterebbe l’attrito.

Quanto costa una porta per garage scorrevole

Come tutti gli altri tipi di portoni, anche in questo caso occorre fare attenzione alla qualità dei materiali: nello specifico ai carrelli superiori che siano in grado di sopportare il carico dell’anta oppure alle ruote inferiori che siano di dimensioni adeguate al peso del portone.

Ipotizzando di acquistare da un produttore attento ai dettagli un portone scorrevole può costare dai 2500€ ai 5000€ in base agli accessori che si vanno ad installare.

Porte da garage scorrevoli in curva

Come funziona una porta per garage scorrevole in curva

Il principio di funzionamento è come quello a scorrimento laterale ma la differenza sta nel fatto che è composto da una serie di pannellini che, scorrendo, ruotano seguendo una rotaia fissata a pavimento o a soffitto.

Pregi di una porta per garage scorrevole in curva

Scorrendo a filo interno garage, il vantaggio di questa porta da garage è che può essere installata a filo strada senza dare fastidio all’esterno quando si apre.

Gli ingombri laterali possono essere ridotti solo se vi è una mazzetta dal lato della curva, altrimenti occorre installare un pannello fisso di 30 cm che copre il raggio della curva.

Difetti di una porta per garage scorrevole in curva

In questo caso forse sono più i difetti che i pregi su questa tipologia di porta da garage.

Innanzi tutto non è possibile creare una portina pedonale perché i pannellini che compongono la struttura sono al massimo 50 cm di larghezza.

Da segnalare, inoltre, che un portone di questo tipo diventa molto rumoroso durante l’utilizzo quindi se avete le camere da letto vicine è meglio adottare altre soluzioni più silenziose.

La sicurezza su questa porta da garage lascia il tempo che trova: i pannellini, il loro sistema di scorrimento e tutto l’insieme non garantisce la sicurezza della vostra abitazione come alcuni degli altri sistemi di chiusura.

Quanto costa una porta per garage scorrevole in curva

Questa tipologia di porta può essere costruita con la minuteria dei portoni sezionali oppure artigianalmente con ante con una consistenza decisamente più robusta e sicura.

In commercio non ci sono molte aziende che lo propongono anche perchè è un sistema troppo vincolante e poco versatile.

Il suo costo parte dai 2000€ per le soluzioni economiche fino ai 6000€ per qualcosa di decisamente più sicuro e robusto.

Porte Garage: quale tipo scegliere?

Ho cercato di darti tutte le informazioni base in modo che tu possa orientarti nel migliore dei modi verso la scelta della tua porta da garage.

Io personalmente potrei fornirtele tutte, ma credo che sia meglio analizzare a fondo quale sia la porta che si adatta alle tue esigenze specifiche.

In D.M.A abbiamo dei tecnici produttori che sono a disposizione per toglierti qualsiasi dubbio riguardo la tua situazione specifica.

Potresti partire con fare un piccolo investimento e far fare una consulenza direttamente ai miei tecnici.

Loro sono esperti specializzati solamente in questo settore, fanno questo dalla mattina alla sera è sono stati formati per poter risolvere la maggior parte dei problemi ricorrenti sulle porte dei garage.

Nel frattempo però potresti iniziare a compilare questo modulo e ricevere gratuitamente delle linee guida periodiche che ti indirizzeranno nella scelta migliore della tua porta per garage.

Buon proseguimento

Di Mauro Andrea